Author Archives: nicoletta

Frida Kahlo

Dall'1 febbraio al Mudec di Milano

Dall’1 febbraio al 3 giugno 2018 il MUDEC-Museo delle Culture di Milano celebra Frida Kahlo (1907 – 1954) con una grande e nuova retrospettiva. Un’occasione per vedere finalmente in un’unica sede espositiva dopo 15 anni tutte le opere provenienti dal Museo Dolores Olmedo di Città del Messico e dalla Jacques and Natasha Gelman Collection, le due più importanti e ampie collezioni di Frida Kahlo al mondo, e con la partecipazione di autorevoli musei internazionali che presteranno alcuni dei capolavori dell’artista messicana mai visti nel nostro Paese.

Per saperne di più: Mudec

Nick, il cappellaio matto

Dice di prendere ispirazione da Keith Richards. Ma anche da Tom Sawyer. Nick Fouquet è nato a New York nel 1983 e ora vive a Venice Beach, California, ma prima ha girato tutto il mondo. Qui ad Abbot Kinney Nick Fouquet è “hat maker”: i suoi cappelli li hanno indossati anche Madonna e Pharrell Williams ai Grammys. Sono capi artigianali, lavorati col fuoco, dipinti e confezionati singolarmente, uno per uno a mano. Pezzi unici. Trilly è stata nel suo workshop e ha scattato qualche foto che racconta il mondo di Nick.

Nick è figlio del modello Bernard Fouquet, il papà di quasi tutte le campagne di Tommy Hilfiger. Ed è fidanzato con Kassia Meador, surfer professionista.

Warhol al Mam Paris

Dal 2 ottobre fino al 7 febbraio, al  museo di Arte Moderna della città di Parigi (Mam Paris) c’è Andy Warhol.

Per saperne di più: http://www.mam.paris.fr/fr/expositions/exposition-warhol 

Mademoiselle Chanel

 

Saatchi Gallery, London

13th October – 1st November 2015

A journey in the origins of CHANEL’s creations capturing the charismatic personality and irreverent spirit of Mademoiselle Chanel and Karl Lagerfeld.

#mademoiselleprive

http://www.saatchigallery.com/

That’s Fiorucci

“Io non mi sento uno stilista, mi sento una persona libera, un sensitivo che ha incontrato molte persone e che si è fatto affascinare e suggestionare dagli occhi dai loro occhi. Io guardo le persone negli occhi, è questo che mi ha portato a sperimentare e innovare credendo in primis nella forza delle persone.” Elio Fiorucci

bye bye gisele

Gisele Bundchen, 34 anni, non sfilerà più. L’ha annunciato durante la settimana della moda a San Paolo.

La modella brasiliana, star delle passerelle mondiali per 20 anni, aveva dato l’annuncio del suo ritiro lo scorso mese: vuole essere più presente in famiglia e stare vicino al marito e ai due figli Benjamin e Vivian. Ma continuerà a fare la modella per foto e pubblicità.

Il mercato di Marni

 

In occasione del Salone del Mobile 2015 lo showroom Marni di Viale Umbria 42 si trasforma in un mercato di frutta, il Marni Mercado de Paloquemao. Ispirato all’omonimo mercato di Bogotá, Colombia, Marni propone un allestimento in cui i protagonisti sono i colori sgargianti dei frutti esotici di una terra lontana, le loro forme e una loro interpretazione.

Come per il progetto Animal House dello scorso anno, anche in questa edizione ogni pezzo è unico ma declinato in diversi colori. I frutti diventano sculture realizzate in metallo e pvc che possono essere contenitori, nelle dimensioni più grandi, o oggetti decorativi per il centrotavola in quelle più piccole.

Marni Mercado de Paloquemao si lega al tema di Expo Milano 2015, allestendo anche un ricco convivio dove gustare ananas, guanabana, zapote e curuba. Sono i frutti che Marni ha portato dalla Colombia, con l’intento di far conoscere al pubblico della Design Week sapori diversi, proponendo nei giorni di sabato 18 e domenica 19 Aprile workshop tematici per adulti e bambini.

 

Olimpia Soheve

 

Olimpia Soheve è nata a Milano il 4 febbraio del 1986. Da piccola ha viaggiato molto, incontrato e visto mondi diversi, culture spesso sconosciute. Fotografa e ama la letteratura e la musica. Racconta: “Scrissi e scrivo moltissimo nel disperato tentativo di intrappolare il tempo e poter forse dargli una giustificazione. La fotografia per me è figlia della mia poetica esistenziale, la mia confessione, la mia visione ed evasione. Si dice che la vita crei l’arte non è forse vero anche il contrario? Cerco di destreggiarmi nel mio dualismo e mi trasformo nel sognatore sognato alla ricerca della promessa del mistero”.

OLIMPIA SOHEVE WAS BORN IN MILAN THE 4 FEBRUARY 1986, ALTHOUGH HER FAMILY HAS VARIOUS ORIGINS.
SINCE SHE’S BEEN LITTLE SHE HAD THE FORTUNE OF TRAVELLING EXTENSEVLY, DISCOVERING DIFFERENT WORLDS, CULTURES TILL THEN UNKNOWN.
SHE HAS SUCCESSFULLY ACHIEVED CLASSICAL AND HUMANISTIC STUDIES AND SHE ALSO GRADUATE WITH THE HIGHEST DEGREES, 30 CUM LAUDE, AT THE ISTITUTO ITALIANO DI FOTOGRAFIA (IIF) IN MILAN.
HERE SHE HAS EXPERIMENTED WITH VARIOUS PHOTOGRAPHIC TECHNIQUES :
FROM DIGITAL TO 35MM TO MEDIUM AND LARGE FORMAT.
LITERATURE AND MUSIC HAVE ALWAYS BEEN HER PASSION, HER OBSESSIVE RESEARCH.

“I WROTE AND I WRITE A LOT IN THE DESPERATE ATTEMPT TO TRAP THE TIME AND TO BE ABLE PERHAPS TO GIVE A JUSTIFICATION TO IT.
MY PHOTOGRAPHY IS THE DAUGHTER OF MY EXISTENTIAL POETIC,MY CONFESSION, MY VISION AND ESCAPE.
IT’S SAID THAT LIFE CREATES ART, IS IT NOT PERHAPS TRUE ALSO THE OPPOSITE ?
I TRY TO MANOEUVRE MYSELF INSIDE MY DUALISM AND I TRANSFORM MYSELF INTO THE DREAMT DREAMER
SEARCHING THE PROMISE OF THE MYSTERY..” OLIMPIA SOHEVE

firma

 

#mfw day 4